Archivi tag: roggiolani

Centrale geotermica sperimentale Lucignano… ovvero “Con il TAR a volte ritornano”

avolteritornano  articolo pubblicato su www.pisorno.it

Siamo rimasti senza parole quando aprendo la pagina web del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) abbiamo trovato ancora una volta quel nome in elenco… Lucignano.
 http://unmig.mise.gov.it/unmig/info/impianti_pilota.asp

L’impressione che ci è rimasta dopo gli ultimi eventi riguardanti la geotermia è che regna una gran confusione. Ora sullo stesso fazzoletto di terra a un passo dell’abitato di Radicondoli si sono sovrapposti due permessi di ricerca geotermica, “Serracona” e “Lucignano”. Cosa succederà adesso? Due società concorrenti (Graziella Green Power e Lucignano Pilot Project) faranno a gomitate per piazzare la prima trivella? Una cosa che non si era mai vista prima.

Il 22 settembre 2015 i cittadini di Radicondoli si erano riuniti in assemblea con il sindaco Emiliano Bravi presso il teatro dei Risorti per discutere del problema e in centinaia avevano poi preparato e inviato osservazioni scritte per opporsi al progetto Lucignano. Il sindaco in quell’occasione li aveva rassicurati dando per probabile la bocciatura definitiva del progetto. Ma purtroppo così non è stato… ora i progetti sono addirittura due.

… ma che sta succedendo al Ministero?

Viene bocciato (rigettato) un permesso per una centrale, ignorato il ricorso al TAR e viene riassegnata immediatamente l’area ad un’altra società senza attendere il giudizio del tribunale amministrativo che come facilmente si poteva prevedere rimette tutto in discussione.

Una cosa è certa, procedure importanti per l’ambiente che vengono monitorate con estrema attenzione dai cittadini, vengono portate avanti dai funzionari ministeriali in modo troppo approssimativo: notiamo tra l’altro che nella tabella relativa al progetto Lucignano appare “annullamento del provvedimento di rigetto dell’istanza denominata “CUMA” … troppi provvedimenti annullati su una lista che vede solo dieci progetti pilota in tutta Italia.

http://unmig.mise.gov.it/unmig/istanze/dettaglio_pilota.asp?cod=615&numerofasi=4

Una considerazione finale: l’ambiente riguarda tutti noi, come possiamo ancora fidarci?

ordinanza TAR: https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=7SHMIYHU7HQVQT23TWRUXSCX3E&q=

Geotermia, progetto per centrale pilota a 900 metri dal borgo storico di Montecastelli Pisano.

  STAMPTOSCANA

Geotermico, progetto per centrale pilota a 900 metri da borgo storico    

Radicondoli (Siena) – Nonostante la strenua battaglia portata avanti dai comitati e, seppure con sfumature diverse (ad esempio, richiesta di maggior partecipazione alle decisioni prese dalla Regione e dal governo), dai sindaci dell’Alta Val di Cecina e della Val d’Elsa, i progetti per l’apertura di nuove centrali geotermiche nella zona vanno avanti senza rallentamenti. Anzi. Proprio ieri, sul sito del Ministero dell’Ambiente è stata pubblicata, come segnala il Comitato Difensori della Toscana, la documentazione relativa al progetto per la centrale geotermica pilota “Castelnuovo”.L’hanno chiamata “Castelnuovo” (Castelnuovo Val di Cecina, che in realtà si trova  più distante, dietro le colline, n.d.r.) ma in realtà la centrale la vorrebbero costruire a solo 900 metri di distanza dall’abitato di Montecastelli”, fanno sapere dal Comitato.
Montecastelli Pisano è uno di quei borghi incantati della Toscana fuori dagli itinerari turistici dove il tempo sembra essersi impigliato nelle sue stradine che seguono l’andamento concentrico dell’abitato, dal basso verso l’alto fino alla Rocca. Antichissima storia che data dall’anno Mille e che …  (continua la lettura su STAMPTOSCANA.IT)