Geotermia e veleni: la quantità di Mercurio emesso dalle centrali

Geotermia e veleni: il Mercurio

Non essendo mai stata pubblicata la quantità totale di mercurio emesso sulle nostre teste annualmente dalle centrali geotermiche di Enel Green Power abbiamo provato a fare questo calcolo cominciando con la zona “nord” . Per l’area dell’Amiata provvederemo in futuro.
Le fonti dei dati a cui abbiamo attinto per fare il calcolo sono i report di Arpat sulle emissioni delle aree geotermiche pubblicati negli ultimi anni.
Come base di partenza è stato scelto il documento più recente e di più facile lettura, la tabella riassuntiva “geotermia-toscana-mercurio-totale-2011-2015” pubblicata nel dicembre del 2016.
Premesso che:
-nel report del 2015 non sono state dichiarate le condizioni di carico in cui si trovavano le centrali al momento dei controlli e considerando che una centrale fatta lavorare al di sotto del carico nominale emette meno veleni, non è stato possibile fare un controllo incrociato dei dati per poter verificare la correttezza delle misure.
-Secondo i report i filtri amis (abbattimento mercurio e idrogeno solforato) di alcune centrali hanno dimostrato, per quanto riguarda il mercurio, efficienze globali molto basse (report 2011, Nuova San Martino efficienza globale 8,9%, Nuova Monterotondo efficienza globale 9,4%): nel report del 2015 questo importante dettaglio scompare, in compenso i comunicati stampa di Enel insistono nel magnificare tali filtri.
-I frequenti guasti dei filtri amis possono purtroppo far aumentare le emissioni di una centrale anche del 10-20% (es. Valle Secolo 2, report 2015).
-Nel report 2015 non vengono riportati i dati che riguardano gli sfiori di centrale e di pozzo ( fluido geotermico direttamente emesso in atmosfera). Si parla di Kg di mercurio che sfuggono al conteggio finale.
-Il dato Nuova Serrazzano riportato nella tabella riassuntiva che indica 1 g/h per 60MW di potenza nominale, non torna. È stato utilizzato al suo posto il dato di 14.3 g/h scovato nella tabella 2 del report 2015.
-Le centrali della zona nord controllate da Arpat nel 2015 sono solo 7. Per fare il calcolo del mercurio emesso da tutte le centrali della zona nord è stato necessario lavorare sui dati che sono stati pubblicati negli anni precedenti. Un ultimo problema è che alcune centrali sono state controllate prima dell’installazione dei filtri amis ed altre sono state controllate prima del 2011 (Sasso 2, Nuova Monterotondo).
-Per quanto riguarda le emissioni mancanti sono stati incrociati i dati delle centrali note ed è stata ottenuta una media.
-Prendendo come riferimento i dati pubblicati dal 2010 ad oggi si ottiene un’emissione media di circa 0,2 g di mercurio per ogni MWh prodotto (report 2011, tabella 2.11).
-Per essere ancor più prudenti si è optato di considerare per le centrali mancanti un’emissione media di “soli” 0,1 g per MWh.
Considerando un funzionamento degli impianti di 8600 ore all’anno si ottengono i seguenti risultati:

emissioni di mercurio per le aree geotermiche di Larderello, Radicondoli e Lago, anno 2015

1295 Kg , dato teorico che non considera i malfunzionamenti dei filtri amis

1489 Kg , dato realistico ipotizzando +15% di emissioni per filtri Amis funzionanti in media 92 ore su 100 (tabella 17, report 2015)

In qualsiasi caso la quantità di mercurio immessa da queste centrali nell’ambiente in cui viviamo è spaventosa.

Alcune brevi considerazioni finali.
Questo calcolo è stato fatto da alcuni semplici cittadini e il risultato potrebbe essere molto sottostimato. Se i responsabili di Arpat volessero aggiungere qualcosa ce lo comunichino, ci aiuterebbero a interpretare ancor meglio i dati:     difensoridellatoscana@gmail.com
Le centrali diffondono veleno da decenni e nemmeno i tanto decantati filtri amis fermano questo scempio.
Il mercurio è stato immesso in passato e continua ad essere immesso oggi nei nostri territori a tonnellate e tonnellate portando danni alla collettività.
Il silenzio e l’inerzia dei vertici politici e degli amministratori pubblici di fronte a questi fatti non è più tollerabile.
Il prossimo soggetto che affermerà che la geotermia è un’energia pulita ora potrà essere tranquillamente sbugiardato.

fonti: Arpat report geotermia  2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, tabella mercurio 2011-2015,tabella calcolo

By Difensori della Toscana

Annunci

2 pensieri su “Geotermia e veleni: la quantità di Mercurio emesso dalle centrali

  1. Valerio

    Ottimo questo inizio che documenta le emissioni dagli impianti, le immissioni nell’ambiente, l’area interessata (con livelli massimi, medi, minimi e sconosciuti). Il secondo tempo dovrebbe essere quello di quantificate la popolazione residenti nelle precedenti 4 aree. Il terzo passo potrebbe essere quello di quantificare e confrontate i 4 tassi di morte per l’insieme delle patologie (referto epidemiologico cittadino al netto dell’effetto età). Con qualche volontario e qualche soldo si potrebbe avere un aiuto da MD, ISDE ed un giurista..

    Rispondi
  2. Pingback: ARPAT SMENTISCA EMISSIONI MERCURIO O REGIONE DEVE INTERVENIRE CON URGENZA | Movimento 5 stelle News – Notizie, foto, video, M5S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...