Seminario Energia Geotermica, Magma Energy e Graziella Green Power, Casole D’Elsa, 7 marzo 2014

Lo strano incontro organizzato dalla Magma Energy Italia – Graziella Green Power a Casole D’Elsa

L’incontro, dal titolo “Seminario – Energia Geotermica”, molto misteriosamente, non era stato annunciato fino a tre giorni prima.
Entrati nella sala veniva subito notato un oscuro personaggio che riprendeva di nascosto col telefonino i cittadini presenti, non si sa a quale scopo.
Il lungo e poco intelligibile discorso di introduzione del presidente della Magma Energy Italia, l’ex senatore Stefano Boco, faceva subito capire che la serata sarebbe stata alquanto impegnativa.
Gli interventi dei geologi ( Antolini, Mucciarelli, Zollo) erano di natura generale e gli stessi ammettevano di non conoscere le peculiarità del territorio casolese e di non essere al corrente dello studio del Prof. Mantovani dell’Università di Siena che inscrive Casole nella pericolosa zona sismica “Chianti-Montagnola Senese”. Nelle varie presentazioni si sono viste diapositive delle aree geotermiche Californiane, dell’invaso del Pertusillo situato nelle sperdute lande della Basilicata e tantissimi grafici colorati che riportavano dati sulla sismicità indotta e innescata. E’ mancato un punto fondamentale, l’approfondimento sul territorio dove la Magma vorrebbe costruire le centrali.
La Dott.ssa Torsello segretaria del DTE (Cosvig) si lanciava nel magnificare le opportunità derivanti dalla geotermia industriale, una di queste le serre industriali. Portava come esempio la Parvus Flos che nelle sue serre di Radicondoli produce il basilico, non specificava però che questa è una cooperativa sociale che riceve donazioni, contributi, finanziamenti a fondo perduto per il reinserimento di persone disabili o svantaggiate e quindi non fa testo se si deve parlare di mercato libero. Negli ultimi anni non si hanno notizie di aperture di nuove serre, piuttosto si hanno notizie di chiusure.
La dottoressa accennava poi alle giuste temperature per stagionare lo stoccafisso, suscitando moti di appetito tra i presenti digiuni.
Si veniva poi a sapere che sul sito web del DTE della dott.ssa Torsello appariva una sponsorizzazione, solo tre giorni prima, da parte della Magma Energy Italia – Graziella Green Power.
Saliva quindi l’attesa di un intervento imparziale che parlasse di difesa dell’economia locale.
Il prof. Zanni dell’Università di Siena illustrava quindi uno studio sull’economia aziendale di cui i cittadini, esenti da preparazione, evidentemente non potevano capire pressoché nulla, ma intanto il tempo passava e qualcuno si addormentava sulla sedia. Su precisa domanda il prof. Zanni ha poi dovuto ammettere che la Magma Energy Italia aveva sponsorizzato lo studio presentato con tanta enfasi.
Il sindaco di Casole D’Elsa, Piero Pii, prendeva la parola e invece di aggiornare i presenti sul ricorso al TAR da lui annunciato contro i pozzi geognostici voluti dalla Magma lanciava la rivoluzionaria idea, se non abbiamo capito male, di costruire tante centrali a servizio delle varie frazioni cominciando dalla zona industriale.
Ai cittadini, ospiti in casa loro, non è stato concesso di porre domande agli esperti durante le singole trattazioni.
Quando, dopo quasi due ore, sono arrivate le prime domande dei cittadini e le prime risposte insoddisfacenti degli “esperti” alcuni cittadini si sono sentiti offesi e, spazientiti, hanno lasciato l’aula.
La domanda finale è: ma questi incontri quando vengono organizzati così a chi servono?

Casole D’Elsa, comune al centro del progetto geotermico “Mensano”, 7 marzo 2014

Advertisements

Un pensiero su “Seminario Energia Geotermica, Magma Energy e Graziella Green Power, Casole D’Elsa, 7 marzo 2014

  1. Cecilia

    E’ mancato un punto fondamentale, l’approfondimento sul territorio dove la Magma vorrebbe costruire le centrali. Concordiamo e non solo, vorremmo aggiungere: non si può pensare di fare Convegni senza contraddittorio dove l’unico fine é quello di propagandare il proprio business e imporre il proprio punto di vista per farsi accettare dalle comunita’. In sostanza dopo gli interventi dei geologi peraltro molto tecnici e poco comprensibili a un pubblico non specializzato,con slides e grafici tediosissimi -addirittura uno degli interventi mostrava slides e relazioni con testo in Inglese! -. Siamo riusciti pero’ a capire che la geotermia industriale può indurre terremoti di lieve entità e circoscritti, ma di fatto controllabili con metodologie che in Italia, per loro stessa ammissione, non sono ancora obbligatorie o applicate. Forse ci vogliono far credere che i turisti possono assistere ad un evento sismico indotto e restare tranquillamente a godersi la propria vacanza come niente fosse intanto qualche crepa in piu’ nelle nostre case coloniche sono pittoresche! Per quanto riguarda la noiosissima relazione del Prof. Zanni, i cui risultati sono interpretati ad uso e consumo del committente che ha pagato lo studio medesimo – fra l’altro se Magma ha pagato solo il 10% del costo cioe’ Euro 2000 e gli altri fondi (Euro 18.000) li ha messi la Regione Toscana, se abbiamo ben compreso, non e’ questo uno sperpero di fondi pubblici?! I risultati di questo FOCUS group o meglio questo strumento di marketing promozionale – erano ovvi e scontati, sappiamo tutti che le piccole e medie imprese hanno bisogno di energia a un minor costo, e comunque non e’ il fattore determinante di questa crisi economica. Forse non c’era bisogno di spendere tutti questi soldi pubblici e potevano essere utilizzati in maniera piu’ efficace facendo una indagine estesa alla popolazione e non solo alle imprese economiche che ne trarranno il vero vantaggio. In conclusione l’unica cosa che ci interessava sapere -dopo ben 2 incontri con Magma- era vedere un progetto dettagliato di come pensano di realizzare queste loro centrali geotermiche. Ma ahime’ dovremmo aspettare altri convegni….Cecilia e Marco Durantini Podere Scopicciolo tra Volterra e Casole d’Elsa

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...