Archivio mensile:aprile 2013

‘AMIATA CALLING’: L’Amiata chiama! L’11 maggio una giornata di lotta in difesa della montagna

11 maggio, l’Amiata chiama e aspetta delegazioni da tutta Italia. Non siamo soli.
Definito il programma della manifestazione nazionale, amiatini ed ospiti si uniscono contro il saccheggio del territorio.

Nella mattinata dell’11 maggio, ad Arcidosso, inizieranno ad arrivare le delegazioni che hanno aderito alla manifestazione AMIATA CALLING e ci sarà un’assemblea popolare in cui ci si confronterà con le diverse esperienze che in tutto il Paese portano avanti battaglie in difesa dei Beni Comuni.
Col sostegno convinto del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e delle altre associazioni, comitati, sindacati e movimenti politici, alle 14 ci sarà il concentramento, in loc.Aiuole, per dar vita ad un colorato e rumoroso corteo fino al cantiere della nuova centrale di Bagnore.
Gli amiatini sapranno dimostrare che, al pari delle tante lotte in corso nel Paese, sono determinati a difendere il monte Amiata dalla speculazione e dal saccheggio ad opera dell’Enel sostenuta dalla giunta regionale del governatore texano Rossi che con le loro scellerate scelte vorrebbero condannare il territorio alla monoeconomia della ‘trivella selvaggia’, delle biomasse, degli inceneritori, mettendo a rischio la salute della popolazione e la preziosa acqua che disseta ancora tre province.
Dopo il corteo appuntamento di nuovo ad Arcidosso, in piazza Indipendenza, per continuare la Manifestazione con gli interventi delle delegazioni, tra cui si segnala la presenza del popolo Mapuche che in Cile si sta battendo contro le centrali idroelettriche -a cui partecipa l’Enel- e che stanno distruggendo il territorio, e soggetti a repressione violenta da parte del governo; ci sarà una rappresentanza dei DAS, studenti senesi, che lo scorso 7 maggio, hanno organizzato un’incontro su tema a Siena.
Alle 19, al Castello, ci sarà un incontro con i medici di base per approfondire lo studio epidemiologico dell’ARS nel corso del quale interverrà, in audio, il Dr. Valerio Gennaro, epidemiologo dell’Istituto Tumori di Genova.
Terminata la parte più strettamente politica, la serata proseguirà con iniziative come il mercato del baratto, jam session, autoproduzioni, pic-nic autogestito in piazza Cavallotti al Castello, fino a concludersi con la musica di JAKA, Irene Mistilla, Tangoor e Love Light, che ringraziamo per il sostegno e la partecipazione.
La giornata dell’11 maggio sarà una manifestazione pacifica ma decisa, in cui la parola d’ordine sarà: GIU’ LE MANI DALLA NOSTRA TERRA!
Invitiamo tutta la popolazione a questa importante giornata di lotta per dare un segno concreto agli amministratori che non intendiamo più subire in silenzio l’attacco alla salute ed al territorio.


SOS Geotermia – Coordinamento dei Movimenti per l’Amiata –

20130511_locandinaamiata_finale_72_600_imgMentre l’Enel continua a lavorare al cosiddetto ‘Piano di riassetto di Piancastagnaio’ e dopo gli annunci trionfalistici sull’apertura del cantiere per le due centrali di Bagnore4, il coordinamento SOS Geotermia si è riunito il 21 marzo us in assemblea pubblica, peraltro partecipatissima, che ha approvato la proposta di una giornata di mobilitazione che abbia carattere nazionale da farsi il giorno 11 maggio prossimo.
Su impulso dei cittadini e dei comitati, SOS Geotermia ha redatto un appello nazionale, che riportiamo di seguito, a cui hanno già dato significativa adesione associazioni, gruppi, sindacati, sia nazionali, che regionali e territoriali.
Primo firmatario è Don Gallo che avevamo già incontrato e che ci aveva esortato ad essere ‘partigiani dell’Amiata e difendere la Terra’, seguono adesioni di rilievo nazionale come il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, promotore dei referendum vinti sulla ripubblicizzazione dell’acqua che continua nella battaglia, ma anche associazioni e sindacati nazionali, come il Forum Ambientalista, ATTAC, l’USB ed i Cobas; l’elenco è lungo e ‘qualificato’, contando che ancora non è avvenuto il lancio dell’iniziativa.
Da oggi lanciamo pubblicamente l’appello a tutte le associazioni, comitati, gruppi, partiti, ecc. invitandoli ad aderire e partecipare alla manifestazione nazionale dell’11 maggio sull’Amiata.
Invitiamo tutti i cittadini dell’Amiata a partecipare al prossimo incontro che si terrà il 5 aprile e a collaborare con il coordinamento per la riuscita della giornata dell’11 maggio. (continua)

Annunci