Archivio mensile:ottobre 2012

da youtube: Geotermia a Casole d’Elsa – 1

da youtube: In questo primo video si raffronta il paesaggio casolese ed altovaldesano, così come è stato descritto anche dalla rivista nazionale Bella Italia, con alcuni scorci tratti da altre aree interessate da processi di sfruttamento geotermico su scala industriale. Teniamo a precisare che il video non si pone nè a favore , nè contro la geotermia; si limita soltanto a mostrare alcune modificazioni paesaggistiche. Il titolo del video suggerisce esso stesso una valutazione ‘costi/benefici’ di un determinato tipo di indirizzo. Le immagini si alternano tra loro come i 2 piatti di una bilancia, e lasciano ad ogni spettatore la possibilità di stabilire la posta in gioco. Anche se non espressamente formulata, aleggiano sempre 2 domande : quanto valgono l’ambiente ed il paesaggio? Ed è più giusto cercare maggiori quantità di energia, o investire risorse adeguate per attuare una seria politica di risparmio energetico?

GEOTERMIA, A CHE PREZZO?

foto di Andrea Buzzichelli

Perchè non vogliamo le loro centrali geotermiche

Si dice che la loro geotermia porterà lavoro a Casole: quanti sono questi posti di lavoro, e per quanto tempo sarebbero garantiti? Quando pianificano espansioni in nuovi territori le aziende lasciano sempre sperare nella creazione di nuovi posti di lavoro. Questo metodo viene utilizzato per ammansire anche le popolazioni del terzo mondo. Nelle altre nazioni per la costruzione delle nuove centrali, quanti lavoratori locali hanno assunto? Non si trovano notizie precise al riguardo.

Interessante sapere con quanto rispetto ci considerano nei loro documenti:
M – Doc.3 – Studio Preliminare Ambientale -(4,9MB) scaricato dal sito www.regione.toscana.it
pag. 45 “Popolazione:  assai scarsa (densità 25 ab./kmq circa). Nella zona di ricerca vi sono un centro abitato sede di Comune e altri centri minori con poche centinaia di abitanti.”
Ma che studio preliminare è mai questo? Nessun dato preciso sul numero di abitanti presenti in un territorio che rischia di venire stravolto? ( solo per farsi un idea nella frazione di Campiglia risiedono 873 abitanti )

Noi non siamo contrari alla geotermia a bassa entalpia, qualcuno di noi anzi la sta usando con soddisfazione per riscaldare la casa. L’idea di geotermia che abbiamo in mente noi è molto diversa dalla loro. Preferiamo tanti piccoli impianti di tipo familiare con pochi Kw di potenza ciascuno, distribuiti uniformemente sul territorio e paesaggisticamente invisibili.